“Anche se la scena è vuota sono le menti pensanti degli spettatori che creano il teatro e lo spettacolo” (Ugo Piastrella)
Il rifacimento dell’opera pirandelliana “La Patente”, tenuto il 6/12/19 nella sala teatro del nostro istituto, ad opera della compagnia “Teatro nuovo composta da 5 bravissimi attori, quali Ugo Piastrella( regista ), Antonello Cianculli, Lucia Lonca, Patrizia Capacchione, Ciro Girardi”. La novella è davvero un manifesto della conosciuta visione sull’umorismo esposto nel saggio da Pirandello, ovvero quel sentimento del sentimento del contrario che dopo aver indotto ad un primo moto di riso, in fondo superficiale ed esteriore che scatta davanti ad un accadimento comico,e successivamente fa riflettere ed emoziona. La scena, attualizzata ad una piccola provincia dell’Agro dei giorni nostri vede il povero Chiarchiaro che, iettatore diventato per colpa dei suoi compaesani dopo aver perso il lavoro e gettato nella miseria finisce col diventare lo zimbello di tutti. Allora a quel punto, in modo apparentemente paradossale, chiede che la giustizia gli riconosca una “patente” da iettatore. Piastrella ha colto in questa amara e risibile vicenda l’aspetto di un caso di bullismo Chiarchiaro è sottomesso degli altri alla sua insicurezza esistenziale. La vicenda ricorda quanto accadde alla cantante Mia Martini, da molti ritenuta iettatrice per forza…”.

Velluto Gaetano
Mazzotta Salvatore
Davide Barba
2C

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi